shirt_old.png
shirt_new.png

 

26.5.1984 | 26.5.2019

 

Il 26 maggio del 1984, in via Portanova 2,  per la prima volta si alzava la saracinesca del negozio  Protec – Clothes With a Destiny, da alcuni ancora oggi soprannominato “l’americano”. Soprannome dato a giusto titolo, vista la provenienza dei suoi originari fondatori: Janie e Ivan Cohn, due giovanissimi globe-trotter statunitensi giunti a Bologna al volgere degli anni ’60. Innamorati della città, finirono per stabilirsi all’ombra delle due torri e, dopo anni di bancarelle in piazzola vendendo Levi’s 501 customizzati e giacche militari, decisero di aprire il loro negozio. Un negozio dal sapore nord americano, dove acquistare abbigliamento per lo sport e il tempo libero: abiti funzionali ma con stile, concepiti come quella “tecnica per proteggersi” dalle intemperie per i viaggi e le avventure della loro clientela È così che inizia la storia: “Clothes with a destiny”, vestiti con un destino: filosofia che da sempre vale tra le mura di via Portanova 2.  Dopo la gestione di Jeanie e Ivan, prematuramente scomparso nel 2008, arriviamo alla gestione di Fabrizio Stefani e Cristiano Viola, gli attuali proprietari, che dopo essersi incontrati proprio tra quelle mura, nel 2015 hanno rilevato il negozio, rinnovandolo ancora una volta pur preservando l’atmosfera e le iconiche corna di bufalo che da sempre troneggiano davanti all’ingresso. Passo dopo passo, il negozio ha attraversato le decadi, vedendo succedersi vari volti e nomi, storie e stili, facendo da apripista a marchi internazionali e non solo. Napapiri negli anni ‘90, Patagonia, Levis, le mitiche field jacket originali del vietnam, coltellini svizzeri ma anche designer giapponesi di ricerca,

fino alla recente produzione in proprio.

La clientela si è abituata a questo standard di qualità, che dal 1984 ad oggi è rimasta la vera filosofia del negozio. In un’epoca del fast fashion, degli acquisti on line, Protec rimane fedele alla sua cultura del workwear e dell’outdoor urbano, senza scendere a compromessi. I capi vanno scelti, toccati, studiati e l’esperienza dell’acquisto non si esaurisce in se stessa. Entrare dalla porta di Protec e il contatto e lo scambio con i suoi abitanti, animati e non, rimane un momento insostituibile.

In vista di questo importante traguardo, Protec ha riproposto una nuova edizione della sua storica t shirt e ha riaperto il suo libro dei ricordi: un album fotografico di tutti i clienti, vecchi e nuovi, che hanno girato il mondo, scalato vette, solcato oceani e deserti indossando la t shirt Protec-Clothes with a destiny.

Il modo giusto per celebrare i suoi 35 anni: un augurio di altrettanti nuovi viaggi e avventure.